I ladri approfittano anche del nubifragio  A Olgiate colpo all’ora di cena
I ladri hanno attraversato il prato, arrampicandosi poi sui balconi e mettendo a segno il furto

I ladri approfittano anche del nubifragio

A Olgiate colpo all’ora di cena

Blitz in via dei Caduti mentre una coppia era a tavola: «Sentivamo rumori ma pensavamo che fosse il vento». Spariti gioielli e contanti

Mentre i proprietari cenano in cucina, i ladri rubano in camera da letto. Furto, lunedì sera in via dei Caduti, ai danni di una famiglia, derubata di denaro e preziosi. L’incursione è scattata intorno alle 19, proprio mentre sulla zona imperversava un nubifragio con forti raffiche di vento.

Condizione che ha favorito i ladri, attutendo i rumori provocati dalle operazioni di scasso. Per non dare troppo nell’occhio, hanno agito sul retro della palazzina e, per cautelarsi ulteriormente, hanno smontano un lampione nel giardino in modo da non rischiare di essere visti dalla strada.

«Io e mia moglie eravamo in cucina a fare gli gnocchi e, una volta pronti, abbiamo cenato. I ladri hanno avuto il tempo di agire indisturbati nella parte notte della casa, senza che noi ci accorgessimo della loro presenza – racconta il proprietario – Sono arrivati dal prato dietro alla palazzina in cui abitiamo. Hanno scavalcato la recinzione, dopodiché si sono arrampicati su per i balconi, con ogni probabilità uno ha fatto da scaletta all’altro».

«Con l’impiego di un trapano manuale - aggiunge - hanno praticato un foro nello stipite della finestra della cameretta, all’altezza della maniglia, giusto il necessario per infilare un pezzo di ferro e aprirla».

Una volta dentro si sono “limitati” a rovistare nella zona notte, senza raggiungere la cucina. «Sentivamo come sbattere e dei rumori strani, ma abbiamo pensato che fosse il vento a provocarli – prosegue Cammarata – Proprio a causa del nubifragio in corso, quella sera non avevamo ancora chiuso le imposte, riservandoci di farlo appena avesse smesso un po’ di piovere».


© RIPRODUZIONE RISERVATA