Il chicchirichì è troppo forte  Due galli “indagati” a Cadorago
Uno dei due galli al centro della curiosa polemica tra vicini di casa

Il chicchirichì è troppo forte

Due galli “indagati” a Cadorago

Incredibile vicenda nella frazione Bulgorello per la presenza di due pennuti canterini

Due galli in un pollaio. Sembra l’inizio di una storiella, neppure troppo originale per la verità. Ed invece per quei due galli in campagna scattano gli accertamenti dei vigili urbani a Bulgorello: si indaga - per così dire - per “provocato disturbo”. Già, perché pare che i due pennuti facciano proprio quello cui sono celebri, con il ben noto corollario di luoghi comuni e proverbi. Ovvero... cantano.

Nella giornata di martedì gli agenti della polizia locale di Cadorago hanno citofonato a diversi campanelli di via don Bianchi, una piccola e isolata zona residenziale immersa nel verde tra Socco e Vertemate. I vigili cercavano due galli, accusati dal vicinato di cantare, spesso e volentieri, a riguardo in municipio sono arrivate delle segnalazioni e delle proteste.

Di pollai, in verità, nei dintorni se ne contano parecchi. «Dell’accertamento se n’è occupato un nostro collega – riferisce il comandante della polizia Marco Radaelli – la segnalazione riferiva di due galli che disturbano la quiete pubblica. Non si tratta di maltrattamento di animali, solo di disturbo alla quiete».

Ora sulla sorte dei galli deciderà l’Azienda sanitaria

© RIPRODUZIONE RISERVATA