La casa di riposo diventa fondazione  Allarme per le rette ad Olgiate
L’ingresso della casa anziani di Olgiate Comasco

La casa di riposo diventa fondazione

Allarme per le rette ad Olgiate

Con il nuovo status deve autofinanziarsi e da qui il timore di una crescita delle tariffe. Il sindaco: «Cercheremo di essere attenti e vigilare»

La casa anziani diventa fondazione, timori per un rincaro delle rette. Ottenuto il via libera della Regione allo statuto, giusto il tempo di effettuare le ultime pratiche burocratiche, diventerà effettivo il passaggio dalla società municipalizzata Tre Torri srl alla Fondazione. In vista di tale trasformazione, il consiglio comunale ha approvato il contratto di servizio, con cui viene affidata per venticinque anni la gestione della casa anziani; stessa durata per il contratto di comodato d’uso dell’immobile dove ha sede la struttura, che resta di proprietà comunale.

La Fondazione, cui spetta la determinazione delle rette, dovrà far fronte alla gestione con il proprio patrimonio. Per cercare di garantire un minimo di sorveglianza da parte del Comune, è stata istituita l’assemblea in cui siede il sindaco o suo delegato, chiamata ad approvare il bilancio della Fondazione. Escamotage per consentire al Comune di vigilare su aspetti attinenti alle uscite ed entrate.

«Ben venga la sorveglianza però, se la Fondazione per ragioni economiche dovesse aver bisogno di aumentare le rette, per quanto il sindaco dovesse essere contrario non avrebbe possibilità d’incidere sulla determinazione delle tariffe» ha sostenuto il consigliere di minoranza Daniela Cammarata (Noi con Voi per Olgiate).

Preoccupato anche il consigliere di minoranza Igor Castelli (Lega Nord): «Purtroppo è quasi sicuro che si andrà verso un rincaro delle rette». Il sindaco Simone Moretti ha assicurato: «Cercheremo di vigilare e di essere attenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA