La pattuglia insegue l’auto sospetta  Un arrestato, due vigili in ospedale
L’auto del fuggitivo finita nella boscaglia

La pattuglia insegue l’auto sospetta

Un arrestato, due vigili in ospedale

Faloppio e Uggiate Inseguimento mozzafiato

dal Boscone fino alla Lomazzo-Bizzarone

Inseguimento mozzafiato l’altra sera poco dopo le 18 tra la località Boscone di Faloppio e la Lomazzo – Bizzarone, nell’ora del rientro a casa dei frontalieri. E poi, colluttazione del fuggitivo con gli agenti della polizia locale Terre di Frontiera e la resa finale, contrastata fino all’estremo.

L’esito: due agenti finiti all’ospedale e dimessi l’uno con una prognosi di 30 giorni per frattura alla mano e l’altro con prognosi di cinque giorni per abrasioni al volto ed uno spino conficcato nell’area orbitale.

Responsabile, un uomo nato in Marocco 30 anni fa, già destinatario di provvedimenti d’espulsione, cinque pagine di precedenti penali per reati contro la persona e legami con gli ambienti della droga.

Appiedato, in fuga a gambe levate, è stato bloccato dagli agenti tra rovi e ramaglie della zona boschiva ed infossata nei pressi di un noto centro d’abbigliamento, “Le Sorelle Ramonda” lungo la Provinciale 23 e, dopo una notte in Questura, ieri è stato portato davanti al giudice che ha convalidato l’arresto disposto dal pubblico ministero poche ore prima, ma ha concesso i termini a difesa con obbligo quotidiano di firma nella più vicina caserma dei carabinieri. Il dibattimento è stato fissato per il 13 marzo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA