Lavori a Olgiate, prigionieri in casa  «Non arriva neanche l’ambulanza»
Via Roggia Antiga in cui è proibito il traffico automobilistico: residenti prigionieri e appiedati

Lavori a Olgiate, prigionieri in casa

«Non arriva neanche l’ambulanza»

La protesta di un gruppo di residenti bloccati dal cantiere della fognatura

«Danni all’azienda e automobili ferme nei garage». L’immondizia viene portata sulla strada

Ostaggi in casa propria. Si sente in stato di segregazione la decina di famiglie residente in via Roggia Antiga, a causa dei lavori di realizzazione del collettore fognario con convogliamento della acque reflue nella roggia stessa.

Dall’inizio della scorsa settimana, agli abitanti nella via è precluso l’unico accesso carraio alle proprie abitazioni. Impossibile entrare e uscire di casa in auto.

Chi ha necessità di usare la propria vettura per lavoro o altro l’ha dovuta posteggiare in fondo alla via, in un prato, a una cinquantina di metri da casa. Gli altri hanno i mezzi bloccati nei box.

Si può solo entrare e uscire a piedi e, anche così, si è costretti a fare un giro dell’oca.

Non potendo accedere alcun automezzo, non vengono ritirati a domicilio i rifiuti e non arrivano neanche le ambulanze.

Ampio servizio su La Provincia in edicola martedì 28 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA