L’ultima partita di Dubini
Il papà della Guanzatese

La fine rapidissima: venerdì qualche linea di febbre Sabato il ricovero al Sant’Anna. Aveva 74 anni

L’ultima partita di Dubini Il papà della Guanzatese
Guanzate, un bel primo piano di Angelo Dubini

Guanzate e il mondo del calcio piangono Angelo Dubini, il papà della Guanzatese, la società che aveva fondato nel 1970, e di tanti ragazzini cresciuti su quel rettangolo verde che hanno imparato ad amarlo come lui. Un papà forte, protettivo e sanguigno.

Generosità e passione che trasmetteva ai giovanissimi calciatori al centro sportivo comunale.Tanti i ragazzini stranieri che appena arrivati in Italia si integravano nel tessuto sociale del paese proprio grazie a “Duba” che li faceva correre e giocare per l’Us Guanzatese facendogli dimenticare di provenire da un Paese lontano. Il coronavirus lo ha strappato ai suoi cari, ancora increduli, nel giro di pochi giorni, e a tutti coloro che lo amavano. Sembra fosse ancora in esito del tampone quando il covid-19 ha portato via Angelo Dubini, 74 anni.

Aveva avuto un po’ di febbre venerdì scorso, solo il giorno dopo, misurata la saturazione del sangue, era stato poi ricoverato nel reparto per il Covid dell’ospedale S.Anna. Tra sabato e domenica le sue condizioni si sarebbero aggravate, anche l’ossigenoterapia non è servita. Triste per la moglie e le figlie il momento in cui l’amato marito e papà è salito sull’ambulanza quasi rassegnato. Non l’hanno più visto né sentito da allora.

Sul quotidiano di domani sabato 25 aprile cordoglio e ricordi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}