Marciapiede bloccato da 17 anni  Lo finiscono gli imprenditori

Marciapiede bloccato da 17 anni

Lo finiscono gli imprenditori

A Lomazzo, accordo tra un gruppo di industriali e l’Amministrazione per via della Traversa. «Volevamo dare una mano»

Lavori pubblici “fai da te” in via della Traversa, nella zona industriale, ma (ovviamente) con il via libera del Comune, che plaude al restyling viario, realizzato da alcune aziende che hanno sede nelle vicinanze. L’operazione è stata infatti attuata in sinergia e in accordo con l’ente locale. Alcune ditte hanno in sostanza contattato l’amministrazione civica, mettendosi a disposizione per risistemare i marciapiedi; nel corso della riqualificazione è stato anche asfaltata una parte della strada. A concretizzare l’iniziativa hanno partecipato le aziende Cattaneo impianti srl, Stem srl, Rb impianti snc, Cifa srl, Compos center srl.

«Un po’ tutti abitiamo e lavoriamo a Lomazzo, assieme alle vicine aziende abbiamo quindi proposto al Comune di mettere mano al marciapiede che da quando l’area è stata terminata, nel 2000, attendeva di essere sistemato e finito, anche se da quanto ci risulta gli oneri di urbanizzazione erano stati regolarmente pagati – spiega Luca Rampoldi, dell’azienda Cattaneo Impianti – Sono noti i problemi e le difficoltà con le quali sono alle prese gli enti locali e quindi, visto che una delle aziende della zona stava già attuando alcune sistemazioni, abbiamo proposto al Comune di intervenire direttamente».

«Ritengo che questi imprenditori siano da considerarsi un esempio per tutta la nostra comunità - è il commento del sindaco Valeria Benzoni –Sapevamo certamente della situazione dei marciapiedi della via Traversa, ma abbiamo portato avanti diversi altre sistemazioni in varie zone della città; dalla via Cavour, alla via Arconati, alla zona del cimitero, mentre abbiamo ottenuto dalla Provincia l’asfaltatura della rotonda allo svincolo di Lomazzo nord. La riqualificazione dei passaggi pedonali della via nella zona industriale aveva di conseguenza finito per slittare ad una data che era ancora da destinarsi, abbiamo quindi subito accolto positivamente la proposta che ci era stata avanzata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA