Mozzate, parco come pista da cross Rovinato il prato degli alpini
In pratica i mezzi hanno “arato” il prato tutto intorno al monumento

Mozzate, parco come pista da cross
Rovinato il prato degli alpini

Sgommate di moto nell’area del monumento alle Penne nere. Ormai il manto erboso è compromesso: «Sistemarlo non sarà facile»

Sgommate e danneggiamenti nel prato che si trova davanti al Monumento dedicato agli Alpini, nella zona di via Cornaggia, che è stato realizzato in occasione del 40° di fondazione del gruppo mozzatese.

Gran brutta sorpresa insomma : alcuni soci , passando nelle vicinanze, hanno notato con amarezza che qualcuno si era divertito a scorrazzare con moto e motorini nel prato antistante al monumento.

Un gesto che ha lasciato senza parole i volontari e i rappresentati del gruppo che seguono abitualmente la manutenzione dell’area verde.

«Siamo veramente arrabbiati – è il commento del capogruppo delle penne nere Fiorino Giusti – ci siamo sempre impegnati a tenere in ordine quel prato e in precedenza non era mai capitato niente del genere, adesso ci toccherà rimettere tutto a posto e ripristinare il prato, ma non sarà affatto un lavoro facile».

Il Comune, dal canto proprio, oltre a prevedere già sistemazioni e la riqualificazione della Casa del combattente, ha già previsto di intervenire anche per migliorare la sicurezza urbana.

Cercando in questo modo anche di prevenire e evitare danneggiamenti e atti vandalici (avvenuti ad esempio anche nel parcheggio interrato del centro, dove sono stati a più riprese svuotati gli estintori) con un nuovo impianto di video-sorveglianza.

Di recente sono state infatti installate delle videocamere in piazza Santa Maria Solaro, nella zona di San Martino, e nelle vicinanze dalla scuola media.

Occhi elettronici che saranno a breve a tutti gli effetti operativi. Un altro impianto sarà infine posizionato in piazza Cornaggia e nel parcheggio interrato di via Santa Maria.

Gianluigi Saibene


© RIPRODUZIONE RISERVATA