Nuova sede della Cri a Lomazzo
Vi alla raccolta di due milioni di euro

Si intitola “Costruttori di salute” il piano per finanziare il centro d’emergenza per tutta la Bassa. E intanto la Bcc di Cantù raddoppierà le offerte fatte

Nuova sede della Cri a Lomazzo Vi alla raccolta di due milioni di euro

«Costruttori di salute - Una nuova sede per Cri Lomazzo» è lo slogan dell’ambizioso progetto per la realizzazione delle nuova sede della Croce Rossa che è stato presentato ieri mattina, in occasione della giornata mondiale della Cri, in una diretta streaming, allestita dalla sala del consiglio comunale.

Assieme al presidente della Cri lomazzese, Paolo Rusconi, vi hanno partecipato il sindaco Giovanni Rusconi e l’assessore Nicola Fusaro. Tra i presenti anche il parlamentare Pd Chiara Braga, assieme a Enrico Lironi, presidente di Como Next, Federico Faggioni, presidente del Rotary club Lomazzo e Angelo Porro, presidente della Bcc di Cantù, che ha promosso un’iniziativa ad hoc per promuovere il progetto. Il presidente del consiglio regionale, Alessandro Fermi, ha inviato un proprio messaggio.

Il costo previsto per l’investimento è di circa 2 milioni e 300 mila euro. L’obbiettivo è di realizzare un punto di riferimento sanitario, operativo h24, per tutta la Bassa comasca.

Che ospiterà anche la ex-guardia medica, nella prospettiva di ottenere anche l’assegnazione di un’auto medica del “118”. La nuova sede, con il progetto il “Cuore della salute”, verrà realizzata in via Dello sport, su una superficie di 5.000 metri quadrati che il Comune ha dato in concessione gratuita della Cri per 70 anni.

«La costruzione della nuova sede è un’impresa storica – ha sottolineato il presidente Cri Paolo Rusconi - finalmente avremo a disposizione una sede adeguata a rispondere alle esigenze dell’intero territorio della Bassa comasca, che avrà un beneficio diretto dalla creazione di un nuovo ed efficiente polo sanitario».

Sulla stessa linea il sindaco Giovanni Rusconi: «È una giornata storica, con l’avvio di un progetto unico in cui noi crediamo fortemente anche per tutto ciò che la Cri ha fatto in questi anni e durante l’emergenza covid». Anche l’onorevole Chiara Braga ha espresso il proprio plauso all’iniziativa e lavoro svolto dalla Cri sul territorio: «È un progetto che affonda le radici nel territorio, è la concretizzazione di quello che sarà un grande punto di riferimento per tutta la comunità, un centro di solidarietà e generosità».

Il presidente della Bcc di Cantù, Angelo Porro ha parlato della specifica iniziativa promossa dall’istituto di credito: «Abbiamo creduto fin da subito nel progetto di Cri Lomazzo, per questo, con la realizzazione della campagna “Raddoppia la salute” ogni donazione fatta per la nuova sede verrà raddoppiata (fino a un importo totale di 20 mila euro) perché i grandi progetti si possono realizzare solo assieme».

Aderendo alla campagna “Raddoppia la salute”, sarà possibile contribuire al raggiungimento dell’obiettivo finale: ogni donazione, fatta tramite bonifico su IBAN IT76X084305146 0000000212830 intestato a “La salute del territorio – nuova sede Cri Lomazzo, verrà raddoppiata da Bcc Cantù, fino al raggiungimento dell’importo concordato. Chi aderirà entrerà così a far parte della squadra dei “Costruttori di salute”.

Gianluigi Saibene

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}