Nuovo autovelox  in centro Cadorago  «Non sarà l’ultimo»
La nuova colonnina che potrà ospitare l’autovelox

Nuovo autovelox

in centro Cadorago

«Non sarà l’ultimo»

La colonnina tra via Pascoli e via Manzoni

E’ arrivato il nuovo autovelox e c’è già chi si lamenta.

A Cadorago da poche ore tra via Pascoli e via Manzoni, dove c’è la casetta dell’acqua, è comparsa la colonnina arancione che può ospitare il famigerato autovelox. Era una misura annunciata da mesi dal Comune, non è una sorpresa e il colore dello strumento è parecchio visibile, ciò nonostante i commenti dei più sui social network sono spazientiti, c’è chi parla di truffa, chi accusa l’amministrazione comunale di fare cassa.

Ogni volta che in provincia viene montato uno di questi nuovi colonnini si sollevano polemiche e polveroni, non è una misura popolare. «Popolare o non popolare è questione di sicurezza ed educazione civica – risponde il sindaco di Cadorago Paolo Clerici – ed io spero che i concittadini apprezzino l’uso di simili strumenti, tutti devono pretendere che le regole vengano rispettate. Ce lo chiedono i residenti, preoccupati per le corse delle auto. Per fare cassa ci sono ben altri sistemi, che preferiamo non usare, per esempio mettere i vigili in pattuglia dietro ad una curva. L’autovelox di via Pascoli si vede benissimo, è stato annunciato, da quell’incrocio in uscita dal paese troppe automobili accelerano ben oltre i limiti, anche ai 120 all’ora, sono un pericolo al quale abbiamo voluto porre freno. Nelle vicinanze ci sono le scuole medie, in passato si sono già verificati degli incidenti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA