Olgiate, 6 mesi fa l’investimento mortale

Ma per il semaforo si aspetta ancora

Lo scorso luglio Pietro Zanonini, 74 anni, fu travolto mentre attraversava. Adesso è arrivato il via libera per spostare le strisce pedonali teatro della tragedia

Olgiate, 6 mesi fa l’investimento mortale Ma per il semaforo si aspetta ancora
Le strisce pedonali verranno spostate

Niente semaforo, almeno per ora. La messa in sicurezza dell’attraversamento della strada provinciale 17, all’intersezione con via delle Robinie (in territorio di Olgiate Comasco) e via Volta (lato Faloppio), partirà dallo spostamento del passaggio pedonale. L’attuale attraversamento pedonale, dove a luglio in un drammatico incidente stradale perse la vita Pietro Zanonini (74 anni, titolare del bar “Sole”), sarà arretrato verso nord.

Prima di Natale si è tenuto un incontro tra il consigliere provinciale Mirko Baruffini e i sindaci Simone Moretti (Olgiate Comasco) e Giuseppe Prestinari (Faloppio) per definire lo stanziomento di bilancio necessario per un primo intervento di messa in sicurezza.

Sulla base del progetto preliminare redatto dall’ingegner Andrea Debernardi (già incaricato dello studio del traffico commissionato dall’Unione dei Comuni “Terre di frontiera”, ndr), si prevede di spostare il passaggio pedonale di 4-5 metri verso il supermercato. Sarà allontanato dal bar e spostato al di là dello stop, oltre la confluenza con via Volta (Faloppio), così da migliorare la visibilità.

«Entrambe le amministrazioni mettono a bilancio ciascuna 5.000 euro, per procedere in tempi brevi all’arretramento del passaggio pedonale verso il supermercato – spiega Moretti – C’è poi l’impegno da parte della Provincia di valutare l’inserimento di un semaforo che, oltre a facilitare l’attraversamento pedonale, faccia scattare il rosso e quindi fermare il traffico qualora un veicolo proceda a velocità superiore al consentito».

Altri dettagli sul quotidiano La Provincia in edicola sabato 31 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}