Olgiate, addio al campetto  Dopo le proteste il granoturco
I residenti della zona di via Gobetti hanno incontrato il sindaco per decidere il da farsi

Olgiate, addio al campetto

Dopo le proteste il granoturco

L’incontro con il sindaco ha confermato che in via Gobetti

i ragazzi non potranno più giocare a calcio

Non sarà ripristinato il campetto da calcio in via Gobetti, ma si punta a realizzare uno spazio che favorisca l’incontro tra “nonni” e bambini. In alternativa verrà destinato all’agricoltura e diventerà un campo di granoturco.

È l’indicazione emersa nel corso dell’assemblea di quartiere promossa dal sindaco Simone Moretti per approfondire le problematiche che erano sorte con il campetto e verificare eventuali utilizzi alternativi del terreno privato messo a disposizione del quartiere dai proprietari del fondo.

A fronte di ripetute lamentele del vicinato – per schiamazzi, disturbo e bestemmie – porte e reti sono state rimosse. La riunione svoltasi qualche sera fa aveva tra gli scopi proprio quello di verificare se ci fossero margini per il ripristino del campetto, ma l’idea è stata seccamente bocciata.

Poche le voci a favore, la maggioranza ha ribadito le problematiche legate ai frequentatori del campetto, in gran parte non residenti nel quartiere e parecchi neppure a Olgiate. In più interventi è stato rappresentato il disagio di avere tutti i giorni, dalle 14 alle 18, una trentina di ragazzi e altrettanti passaggi di motorini, o auto di genitori che portavano lì i figli nel primo pomeriggio e li venivano a riprendere la sera.


© RIPRODUZIONE RISERVATA