Olgiate, cede il terreno sotto la strada  Lo smottamento per il temporale
Il crollo non ha interessato direttamente la strada

Olgiate, cede il terreno sotto la strada

Lo smottamento per il temporale

Il terrapieno che sostiene la via Tibaldi è finito sua via Cellini

Gran lavoro della protezione civile per la messa in sicurezza

A causa delle intense piogge dell’altra notte è franata la riva tra via Tibaldi e le villette di via Cellini, con il rischio che cedesse anche la strada.

Superlavoro per il gruppo comunale di protezione civile, attivo sul territorio comunale dal 2004.

Allertati dai vigili del fuoco, un gruppo di otto volontari – coordinati da Aldo Mengozzi, in questo periodo facente funzione di responsabile – hanno lavorato dalle 5 fino al pomeriggio per rimediare a una serie di danni provocati dal violento temporale di ieri. Hanno iniziato dal controllo di alcuni tombini in via Salvo d’Acquisto e dalla messa in sicurezza di due piante cadute sulla strada che da Somaino conduce ad Albiolo, dopodiché per diverse ore sono stati impegnati per sistemare la frana di una riva tra via Tibaldi e le villette poste su un angolo di via Cellini.

Ha ceduto un fronte lungo una decina di metri per un’altezza di cinque. A causa delle intense e violente piogge, l’acqua confluita su via Tibaldi ha trascinato sulla sottostante via Cellini una consistente quantità di materiale. Erba e terra di coltura della riva sono finiti nei giardini delle villette all’angolo di via Cellini, che si trova a un dislivello di circa sei metri rispetto a via Tibaldi che è a monte.

Su indicazione anche dei vigili del fuoco, intervenuti per un sopralluogo, i volontari della protezione civile hanno dapprima rimosso il materiale franato sia con l’impiego di un piccolo escavatore, sia con pale. Dopodiché, una volta sistemata la riva e averla coperta, hanno posizionato diversi sacchi di sabbia per evitare che, in caso di ulteriori forti piogge, l’acqua prenda di nuovo la via della riva anziché defluire regolarmente lungo via Tibaldi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA