Olgiate, il grazie di Amatrice  ai ragazzi de L’Alveare
I responsabili dell’associazione L’Alveare con il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi (al centro)

Olgiate, il grazie di Amatrice

ai ragazzi de L’Alveare

Di ritorno dal Giubileo dei disabili si sono fermati nel paese disastrato dal terremoto. E il sindaco Pirozzi li ha ringraziati pubblicamente

«Queste sono le cose che danno speranza». Sono le parole di Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice, uno tra i paesi più colpiti dal terremoto in Italia centrale. Ha raccontato che un gruppo della Onlus “L’Alveare”, soci, amici ed accompagnatori, di ritorno dal Giubileo a Roma, è arrivato ad Amatrice, lo ha incontrato e gli ha consegnato duemila euro, frutto delle attività dell’Associazione per le popolazioni coinvolte nel disastro.

« Un momento di forte commozione,quell’incontro», sottolinea Raffaele Cantacesso, presidente dell’Alveare. «Non ci aspettavamo una devastazione così imponente – prosegue – e neppure tante difficoltà per raggiungere Amatrice. Ma abbiamo trovato calore e coraggio nella gente: la vicinanza con loro non sarà allentata».

Non si tira mai indietro, l’Alveare... E’ un’associazione per il tempo libero dei diversamente abili, è impegnata con il progetto “Un mattone per Felice” per la realizzazione della propria sede, con le scuole in Senegal e domani, sabato, a Faloppio in auditorium, ha in programma un concerto di Gospel per raccogliere fondi. « L’idea che ora coltiviamo: far da tramite tra famiglie della nostra zona e famiglie di Amatrice per ospitare i bambini per periodi di vacanza» annuncia Raffaele Cantacesso – sull’esempio dell’ospitalità ai bambini di Chernobyl».

L’articolo completo su La Provincia di venerdì 18 novembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA