Olgiate, ladri in casa mentre è al lavoro   Quando scopre il furto si sente male
Il vetro distrutto dai ladri

Olgiate, ladri in casa mentre è al lavoro

Quando scopre il furto si sente male

Ingente il bottino, circa diecimila euro, tra orologi e oggetti d’oro

Altro colpo dei ladri in villa, dopo un mese dalla precedente incursione. Alla vista della casa svaligiata, uno dei residenti si è sentito male ed è finito in ospedale. Un ladro “piedone” visto che ha lasciato l’impronta di una scarpa numero 45.

L’intrusione nella villa alle 15.30 di sabato in via San Giovanni Bosco, mezz’ora dopo che gli occupanti erano usciti. La proprietaria era andata a fare la spesa, il figlio al lavoro. Evidentemente i ladri curavano i loro spostamenti e ne hanno approfittato per agire quando all’interno non c’era anima viva.

Per introdursi nella villa hanno rimosso alcune doghe della persiana della finestra di un locale antibagno e, con un cacciavite, hanno rotto il vetro antisfondamento, probabilmente impiegando un po’ di tempo per compiere le operazioni di scasso. Appena entrati, il sensore ha rilevato la presenza di intrusi ed è scattato l’antifurto.

I vicini, sentendo l’antifurto in azione, hanno avvisato il figlio della proprietaria della villa, che si è subito precipitato a casa a controllare. Nell’arco di una decina di minuti era sul posto, ma ormai i ladri avevano già preso il largo con il sostanzioso bottino in preziosi, lasciando dietro di sé anche danni e disordine.


© RIPRODUZIONE RISERVATA