Olgiate, semaforo abbattuto   Rintracciata la donna “pirata”

Olgiate, semaforo abbattuto

Rintracciata la donna “pirata”

Per evitare un cane che attraversava avrebbe perso il controllo della vettura

È stato rintracciato il proprietario dell’auto pirata che la sera della vigilia di Natale aveva centrato e messo fuori uso la palina semaforica all’incrocio tra via Liancourt (statale Briantea) e via Fermi. La vettura – una utilitaria - finita contro il semaforo all’imbocco di via Fermi è di proprietà di una donna sulla cinquantina residente a Somaino.

La polizia locale è risalita all’auto “pirata” dai filmati registrati dal sistema di videosorveglianza della sala scommesse posta di fronte all’incrocio in questione, che hanno fornito alcune indicazioni utili a chiarire l’accaduto.

La sera dell’incidente non era stato richiesto l’intervento di soccorsi sanitari, né di forze dell’ordine per i rilievi. Da alcune testimonianze era stato collocato intorno alle 23 della Vigilia il presunto orario dell’abbattimento del semaforo, ma restavano da chiarire dinamica e responsabilità.

«Dalle immagini registrate dalle telecamere poste all’esterno della sala scommesse di Somaino e da una serie di indagini che abbiamo effettuato, per trovare riscontri alla ipotesi investigativa, siamo risaliti a targa e modello della vettura – spiega Mario Fioravanti, comandante della polizia locale – Indagine che ci ha consentito di identificare la proprietaria del veicolo coinvolto nell’incidente».


© RIPRODUZIONE RISERVATA