Oltrona, falegname si ustiona in casa  Muore dopo una settimana di agonia

Oltrona, falegname si ustiona in casa

Muore dopo una settimana di agonia

Rocco Caglioti, 72 anni, martedì stava cercando di accendere la stufa a legna quando hanno preso fuoco i suoi vestiti. Quando il fratello è rientrato, l’ha trovato in gravi condizioni. È spirato domenica al Niguarda

Ustioni troppo gravi, muore dopo una settimana di agonia. Non ce l’ha fatta Rocco Caglioti – 72 anni – rimasto coinvolto in un grave incidente domestico martedì sera della scorsa settimana. Dopo aver lottato per giorni, è deceduto domenica sera all’ospedale Niguarda, dove era stato ricoverato la stessa sera del drammatico incidente.

Da quanto è stato possibile ricostruire, l’uomo – che viveva in un appartamento in via Roncaia, attiguo a quello in cui risiede uno dei due fratelli – martedì sera era rimasto solo in casa. Ha tentato di accedere la stufa a legna (un modello vecchio con la carica dall’alto) e, nel compiere tale operazione, è rimasto gravemente ustionato.

Rocco Caglioti aveva 72 anni

Rocco Caglioti aveva 72 anni

Il fuoco si è esteso agli abiti che indossava, provocandogli gravi ferite. Il dramma si sarebbe consumato nell’arco di un’ora. Il fratello con la moglie era uscito per seguire una recita natalizia. Al rientro ha trovato il fratello sul balcone che, forse nel disperato tentativo di chiedere aiuto, era uscito all’esterno dell’appartamento. Purtroppo è l’unica abitazione nel contesto di una zona produttiva, deserta a quell’ora della sera.

La vittima, al rientro del fratello, era ancora cosciente e in grado di comunicare. Lui stesso aveva chiesto al fratello di chiamare l’ambulanza.All’arrivo dei sanitari è stato portato all’ospedale Sant’Anna, ma nel corso della serata era stato trasferito con l’elisoccorso all’ospedale Niguarda a causa delle estese e gravi ustioni.

Il quadro clinico era stato subito giudicato molto critico, per non dire disperato, dai medici che lo avevano preso in carico al Niguarda. Ha resistito per una settimana, poi il decesso. È stata disposta l’autopsia, che sarà eseguita dopo le festività natalizie. Motivo per cui la data dei funerali non è stata ancora fissata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA