«Paga, o ti brucio il negozio» Arresto per estorsione a Rovellasca

«Paga, o ti brucio il negozio»
Arresto per estorsione a Rovellasca

Nei guai un uomo che aveva chiesto 500 euro a un panificio

I militari della Stazione Carabinieri di Turate, con la collaborazione dei colleghi della Stazione di Lomazzo, nel corso del pomeriggio di ieri, mercoledì 13 marzo, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, nei pressi del centro di Rovellasca, un uomo di 27 anni, residente ad Rovellasca, e deferito in stato di libertà un rumeno di 26 anni, anch’egli residente a Rovellasca, entrambi responsabili del reato di tentata estorsione.

I fatti risalgono al medesimo pomeriggio, quando i due si sono presentati presso una panetteria di Rovellasca chiedendo la somma in denaro contante di 500 euro. La minaccia: in caso di mancata corresponsione, avrebbe incendiato il locale. I due si sono poi allontanati.

Il pronto allarme, unito al celere intervento dei militari operanti, ha fatto sì che i due venissero prontamente individuati e bloccati.

Le indagini dai militari, infatti, hanno consentito di individuare, attraverso testimonianze e ricostruzione delle vie di fuga, i due; dopodiché, a corollario di una serie di accertamenti documentali e approfondimenti investigativi (verificando anche la corrispondenza nelle descrizioni fisiche nonché negli indumenti indossati) hanno escluso qualsiasi dubbio circa l’entità del reato e le responsabilità dei due autori. Uno è stato così tratto in arresto per tentata estorsione, mentre il complice denunciato in stato di libertà.

L’arrestato, all’esito di tutte le formalità, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria informata dalla Stazione Carabinieri Turate, è stato trattenuto all’interno delle locali camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo previsto per la giornata odierna.


© RIPRODUZIONE RISERVATA