Ragazzo aggredito in treno  E gli strappano la catenina
Un convoglio fermo alla stazione di Lomazzo

Ragazzo aggredito in treno

E gli strappano la catenina

Ha 19 anni ed è rimasto in balia di una gang

nel tratto tra Rovello e Lomazzo dove abita

Ha passato un gran brutto quarto d’ora in balia di tre magrebini che lo hanno importunato e strattonato, strappandogli anche la catenina d’oro che aveva al collo.

La disavventura nella serata di venerdì, su un treno che era diretto a Como, ha visto come protagonista un diciannovenne lomazzese che ha poi sporto denuncia ai carabinieri per aggressione e tentata rapina.

Da una prima ricostruzione dell’accaduto nella serata di venerdì scorso, attorno alle 22, il giovane che rientrava da Rescaldina dove era andato a trovare la sua ragazza, ha incrociato i giovani immigrati, forse tre fratelli, sulla banchina della stazione Fnm di Saronno centro.

Gli stranieri lo hanno avvicinato con una scusa, chiedendogli cioè se aveva una sigaretta, ma il lomazzese, che in quel momento stava anche ascoltando della musica con le cuffiette, si era però limitato a rispondere che non aveva nulla da dar loro.

Una volta in treno, tra le stazioni di Rovello Porro e Lomazzo, il terzetto era però nuovamente tornato alla carica, mentre uno dei tre stranieri avrebbe fatto da palo nel corridoio, gli altri due lo avrebbero nuovamente infastidito, strattonandolo.

Nei concitati momenti che ne sono seguiti la catenina si è infatti strappata e pare avesse già preso il volo: a quel punto il diciannovenne ha però reagito intimando agli stranieri di ridargliela subito, i due magrebini, sostenendo che si sarebbe in realtà rotta per errore, l’hanno lanciata su uno dei sedili del treno, andandosene via facendo poi finta di nulla.


© RIPRODUZIONE RISERVATA