Raid dei vandali in centro paese
Danneggiate le auto in sosta a Bregnano

Diverse le segnalazioni di veicoli rigati con un punteruolo. L’assessore: «Polizia locale al lavoro, di sicuro metteremo una telecamera»

Raid dei vandali in centro paese Danneggiate le auto in sosta a Bregnano
Una delle macchine danneggiate nel posteggio

Danneggiamenti e degrado nel parcheggio della centrale via Garibaldi: il Comune installerà a breve una telecamera per tenere meglio sotto controllo tutta la zona, nel contempo l’amministrazione del sindaco Elena Daddi, parteciperà a un bando da 200 mila euro per ottenere i fondi necessari per rendere operativo un nuovo servizio di video-sorveglianza in diverse zone del paese.

L’obbiettivo è quello sia di tenere lontani i malintenzionati che di individuare chi non rispetta le regole, cercando di prevenire le situazioni di degrado urbano.

«Abbiamo ricevuto, da parte della cittadinanza, delle segnalazioni di vandalismi ad alcune auto posteggiate che sono state rigate con un punteruolo nel parcheggio di via Garibaldi – spiega l’assessore Edoardo Mastice – zona dove vi erano già stati anche problemi di degrado urbano, legati a sacchi di rifiuti indifferenziati che vi erano stati abbandonati». I sacchi della spazzatura erano stati a più riprese lasciati nei pressi di un cestino per le cartacce che, per cercare di evitare altri problemi analoghi, il Comune aveva alla fine deciso di togliere. In seguito però, erano stati ugualmente lasciati nelle vicinanze altri sacchi della spazzatura. Oltre che provvedere a tenere d’occhio meglio l’area in questione, il Comune intende anche installarvi prossimamente una video-camera. Utilizzando anche delle foto-trappole, in altre zone del paese, Comune e polizia locale, hanno già in altre occasioni individuato e poi sanzionato dei cittadini – residenti nel comprensorio, sia italiani che stranieri – che avevano pensato bene di smaltire i propri rifiuti a spese della comunità, ai quali è stato chiesto poi di pagare 100 euro per sacco abbandonato.

L’articolo completo su La Provincia in edicola oggi, 18 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA