«Rondò, pochi spazi per i bus»  Il sindaco: «Giudizio frettoloso»
Un pullman di linea mentre affronta la nuova rotatoria; è costretto a fare la retromarcia prima di proseguire

«Rondò, pochi spazi per i bus»

Il sindaco: «Giudizio frettoloso»

Olgiate Comasco, nuova vabilità sotto accusa

Moretti: «Se sarà necessario faremo correzioni»

Suscita perplessità la nuova viabilità in centro con le due mini rotatorie in via Roma, lungo la statale, all’altezza delle intersezioni con via Milano e via Volta. Il sindaco Simone Moretti invita alla pazienza e non esclude correttivi.

Se tutto sommato si riconosce una certa utilità alla rotonda all’altezza di via Milano, non altrettanto a quella all’incrocio con via Volta.

«Due rotatorie così ravvicinate creano problemi. Quando in centro si forma la coda, con la tendenza delle persone a non fermarsi prima per lasciare libera la rotonda ma andare avanti fino a chiuderla, finirà che si bloccheranno entrambi i rondò. Non ci sono gli spazi fisici per far passare in sicurezza i bus e i mezzi pesanti – sostiene il consigliere di minoranza Igor Castelli(Lega) - È più che emblematica la fotografia scattata qualche giorno fa in cui si vede che un pullman di linea, nel girare attorno alla rotonda per entrare in via Milano dalla statale, ha la parte anteriore completamente sul marciapiede. Significa che o passa il bus, o l’eventuale pedone».

Bocciato l’inserimento sulla statale di due rotonde così vicine.

«Avrebbe avuto senso al limite realizzarne una sola all’intersezione con via Milano, più spostata su via Milano, magari togliendo qualcuno dei primi parcheggi per evitare quello che accade ora in fase di svolta di bus e mezzi pesanti che, piaccia o no, transitano in centro – aggiunge Castelli – Se già adesso ho forti dubbi sulla funzionalità di due rotonde così ravvicinate con un traffico ridotto a causa delle limitazioni in corso, sarà pressoché certo il rischio che si blocchi del tutto la circolazione in presenza di code quando il traffico aumenterà».

«La nuova viabilità è funzionale – sostiene Moretti – Le critiche che vengono mosse alle due mini rotatorie in centro sono le stesse considerazioni che venivano sollevate in merito alla rotonda tra via Tarchini e viale Michelangelo, che invece è una delle opere più funzionali che sono state realizzate negli ultimi anni. Anche la rotonda di via Volta ha una sua utilità per consentire sia l’inversione di marcia che l’immissione nella via».

«Le due mini rotonde a raso e sormontabili - aggiunge Moretti - rientrano tra le indicazioni dello studio del traffico in centro, di cui prendiamo dei pezzi e diamo applicazione laddove riteniamo possano migliorare sicurezza e funzionalità del traffico. In prospettiva saranno anche rivisti i tempi semafori».


© RIPRODUZIONE RISERVATA