«Svegliati dai fucili dei cacciatori»  Bregnano, la protesta in Comune
Uno scorcio del Parco del Lura, tra Bregnano e Lomazzo (Foto by archivio)

«Svegliati dai fucili dei cacciatori»

Bregnano, la protesta in Comune

I residenti di via Prava lamentano l’aumento delle doppiette ai Prati del Ceppo

«È angosciante svegliarsi al mattino con le fucilate di un cacciatore». A lamentarsi sono alcuni residenti di via Prava che nei giorni scorsi si sono rivolti sia a “La Provincia” che in Comune.

I residenti hanno in sostanza segnalato che nel Parco del Lura, tra Bregnano e Lomazzo proprio dove è stato di recente portato a termine l’importante progetto di ingegneria ambientale dei Prati del Ceppo, ci sono anche i cacciatori, i quali avrebbero preso in particolare di mira l’avifauna che sta popolando la nuova area verde dove, in particolare nei fine settimana, ci sono appassionati di jogging, ciclisti e quanti portano a spasso il proprio cane.

Il timore espresso è in sostanza che si possano verificare degli incidenti a causa di errori da parte dei cacciatori, come purtroppo già avvenuto altrove durante questa stagione venatoria, e che a andarci di mezzo possano essere sia degli ignari passanti, con gravi conseguenze, che gli animali domestici. L’auspicio espresso è quindi che anche il Comune possa il prima possibile scendere in campo per tutelare la cittadinanza o che almeno vi siano dei cartelli dove sia segnalato in modo chiaro quali possono essere eventuali “zone di caccia” nell’area verde, che si trova però a ridosso di un territorio che è molto urbanizzato. Già nelle scorse settimane, altri cittadini si erano rivolti in Comune lamentando di aver incrociato dei cacciatori mentre stavano passeggiando nei sentieri del Parco Lura.


© RIPRODUZIONE RISERVATA