Travolto dal torrente in piena   Disperso un escursionista
Un tecnico del soccorso alpino impegnato nelle ricerche lungo il corso del torrente Molinera a Maccagno

Travolto dal torrente in piena

Disperso un escursionista

Oltrona San Mamette, da ieri non si hanno notizie

di un uomo di 38 anni impegnato in una escursione

Ricoverato l’amico di 43 anni che ha dato l’allarme

Scompare nella corrente, travolto dal torrente in piena sotto gli occhi dell’amico che si è salvato

Riprenderanno questa mattina, confidando in condizioni meteo clementi dell’escursionista di 38 anni disperso dal primissimo pomeriggio di ieri dopo essere stato travolto dalle acque del torrente Molinera, ingrossato dalla pioggia battente caduta sin dalle prime ore del mattino.

Ieri, insieme a un amico di 43 anni anche lui residente in paese ha risalito il corso del Molinera, nel Comune varesino di Maccagno con Pino e Veddasca, sul lago Maggiore, pare per una escursione dedicata alla ricerca di funghi.

Mentre rientravano, di fronte al livello dell’acqua che saliva in modo sempre più preoccupante, in trentottenne - con tutte le cautele del caso - avrebbe cercato di guadare il torrente afferrando come presa di sicurezza un ramo che, sotto il peso dell’uomo, si sarebbe spezzato improvvisamente.

In pochi istanti l’uomo è stato inghiottito dalle acque e trascinato verso valle, tenendo conto che il Molinera presenta un dislivello di parecchie centinaia di metri.

È stato l’amico - ferito e sotto choc - a dare prontamente l’allarme.

Sul posto sono così confluiti i soccorsi: i carabinieri di Maccagno (cui sono affidate le indagini), due squadre della stazione di Varese del Soccorso alpino con una squadra della stazione Lario Occidentale e Ceresio in supporto e con la collaborazione della squadra forra della XIX della Delegazione lariana, i vigili del fuoco e i carabinieri forestali. (Marco Palumbo)


© RIPRODUZIONE RISERVATA