Turate, fallimento Cartorama  Arrestato un amministratore
Guardia di finanza archivio

Turate, fallimento Cartorama

Arrestato un amministratore

In aprile era stato bloccato appena sceso dall’aereo

I Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Como hanno eseguito, nelle scorse settimane, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un uomo di 52 anni, residente a Varese ma di fatto domiciliato nella Repubblica del Sud Africa, uno dei principali autori del disegno criminoso che, attraverso il sistematico depauperamento del patrimonio aziendale, ha provocato il fallimento del “Gruppo Cartorama”, leader nazionale nel settore del commercio di prodotti di cartoleria e cancelleria.

In particolare, il sodalizio ha nel tempo strumentalizzato, in maniera fraudolenta, il processo di ricapitalizzazione della società, realizzato mediante una complessa operazione bancaria cd. di Leverage Buy Out (L.B.O.) – ossia di acquisto mediante indebitamento verso terzi – che avrebbe dovuto potenziare la situazione finanziaria del Gruppo societario, favorendone il consolidamento sul mercato.

Nel mese di febbraio u.s., su proposta della Procura della Repubblica di Como, il G.I.P. presso il Tribunale di Como ha pertanto disposto la misura cautelare in carcere nei confronti di un uomo di 67 anni, di Lomazzo ma domiciliato presso la Repubblica del Sud Africa, amministratore di diritto della Fallita e di L.R., amministratore di fatto della stessa, nonché ideatore ed co-autore del disegno criminoso, contestando i reati di bancarotta fraudolenta e di ricorso abusivo al credito nonché quantificando una distrazione patrimoniale complessiva pari a circa 27 milioni di Euro, che va a sommarsi ai sequestri patrimoniali già in precedenza eseguiti per un valore di € 1.022.000, disposti per omessi versamenti di imposte.

Nel mese di aprile, a seguito di costanti attività di ricerca per il rintraccio dei catturandi sul territorio nazionale, le Fiamme Gialle di Como, in collaborazione con la Polizia di Frontiera di Malpensa, hanno proceduto all’arresto del predetto L.R., appena sbarcato in territorio comunitario e proveniente dalla Repubblica Sudafricana, mentre nei confronti di altro indagato verrà attivata una procedura di estradizione


© RIPRODUZIONE RISERVATA