Turate, intossicati da monossido
Coppia salvata in extremis dai vicini

Allarme stasera alle 20,15 in una casa di corte di via San Gerolamo a Fagnana: due pensionati sono finiti in camera iperbarica

Turate, intossicati da monossido Coppia salvata in extremis dai vicini
La corte di via San Gerolamo
(Foto di Saibene)

Utilizzano un braciere per riscaldarsi, la casa si riempie di monossido di carbonio e rischiano di morire intossicati.Alla fine solo l’intervento provvidenziale dei vicini di casa li ha salvati. Emergenza questa sera alle 20,15 in una casa di corte di via San Gerolamo, nella frazione di Fagnana.

Lì abita una coppia di venezuelani, di 77 e 68 anni, che si è trasferita a Turate da un anno. I due stavano per partire per la Spagna, dove vive la figlia, e hanno disdetto il contratto del gas. Una coppia di vicini gli ha prestato un braciere per preparare i pasti, ma oggi il focolare è stato usato a lungo anche per riscaldare l’appartamento. E si è trasformato in una trappola letale, visto che ha iniziato a sprigionare monossido di carbonio.

La coppia di amici-vicini, incuriositi dalle luci accese in casa e dall’assenza di rumori all’interno, ha bussato insistentemente e quando l’uomo, in evidente stato confusionale, ha aperto la porta, si sono insospettiti e hanno trovato la moglie agonizzante in un’altra stanza. E così hanno subito allertato i soccorsi.

Sul posto sono arrivate l’automedica, l’ambulanza e i vigili del fuoco insieme ai carabinieri. I coniugi sono stati trasportati d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna: i due pensionati non sono in pericolo di vita ma dovranno restare in osservazione in camera iperbarica per evitare ulteriori complicazioni. Secondo i sanitari, il loro stato di intossicazione era già avanzato: pochi minuti di ritardo nei socorsi e l’esito dell’intossicazione sarebbe stato fatale per i due.

TUTTI I DETTAGLI SUL GIORNALE IN EDICOLA GIOVEDI’ 21 NOVEMBRE

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}