Uggiate, allontanato un sospetto
«Grazie all’allarme dei residenti»

Immediato l’intervento di una pattuglia della polizia alocale in via Mascagni: un rumeno con precedenti e senza fissa dimora ha ricevuto un foglio di via

Uggiate, allontanato un sospetto «Grazie all’allarme dei residenti»
La sede operativa della polizia locale del consorzio “Terre di frontiera”
(Foto di archivio)

«Fate bene a controllare» ha detto agli agenti della Polizia Locale Terre di Frontiera quando gli hanno intimato l’alt. Giovane, senza fissa dimora, nazionalità rumena, gironzolava in via Mascagni, zona residenziale ed appartata di Trevano Superiore: una presenza anomala, di venerdì, a metà pomeriggio, che non poteva sfuggire ai residenti.

E stavolta, prima di perder tempo sulle tastiere dei social network, avvisando vicini e lontani che «c’è in giro un tizio sconosciuto, fate attenzione», hanno chiamato la Polizia locale, incassandosi gli elogi degli stessi agenti per la tempestività della segnalazione che ha consentito alla pattuglia di arrivare sul posto in due minuti e cinquanta secondi esatti.

Gli agenti si aspettavano resistenza e reticenza. Invece, no. Alla prima richiesta, il ragazzo ha risposto con l’inaspettato e cortese apprezzamento: «Fate bene a controllare».

E hanno controllato: precedenti penali per piccoli reati contro il patrimonio, ma niente che potesse ricondurre a colpi imminenti. Che ci fa qui, in una zona appena appena conosciuta da chi ci abita, un giovane senza fissa dimora e con qualche conticino in sospeso con la legge? Il Comando della Polizia Locale Terre di Frontiera ha provveduto a chiedere alla Questura l’emissione del foglio di via obbligatorio per il “girovago cortese”, come è stato soprannominato. A scanso di guai, non può più ripresentarsi in zona, neanche per prendere una boccata d’aria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}