Un olgiatese in tv con Rocco Schiavone  «Vi racconto il poliziotto trasgressivo»

Un olgiatese in tv con Rocco Schiavone

«Vi racconto il poliziotto trasgressivo»

Olgiate Comasco, l’attore Franco Maino nela nuova serie tv di Rai Due

«La serie televisiva di Rocco Schiavone mi piace, sto guardando anch’io tutte le puntate, non solo quella a cui ho preso parte. Ho letto anche delle polemiche sul vice questore che fuma non solo sigarette (Schiavone è il poliziotto che si fa le canne nella trasposizione televisiva su Rai Due dei romanzi di Antonio Manzini editi da Sellerio) e lasciano un po’ il tempo che trovano, Non mi sembrano argomenti così importanti».

Chi parla è l’attore Franco Maino, 74 anni che proprio mercoledì sera è comparso sul piccolo schermo accanto al rude commissario ( pardon vice questore come è costretto a precisare ogni volta lo stesso Schiavone), nel corso di una puntata che ha ottenuto il 13,89 per cento di ascolti per quasi 3,5 milioni di telespettatori, il programma più visto in prima serata.

Nell’unica delle sei puntate in cui appare, “Non è stagione”, Maino è il nonno di un rapitore morto in un incidente stradale, a lui il compito di riconoscerne il cadavere e, alla fine , di aiutare il vice questore a risolvere il giallo e salvare la studentessa rapita.

«Marco Giallini, l’attore che interpreta il personaggio di Rocco Schiavone, è davvero bravo - continua Maino - e assomiglia molto al suo personaggio. Ha modi meno bruschi, ma nella recitazione l’atteggiamento decisamente burbero gli riesce bene perché è un tipo dal carattere forte e deciso. È sicuramente un ottimo professionista e, dal mio punto di vista e per quello che l’ho potuto conoscere, una persona molto positiva e disponibile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA