Croce Rossa, veleni e liti in Tribunale  Il presidente di Como si dimette
La centrale operativa della Croce Rossa Italiana in via Italia Libera (Archivio)

Croce Rossa, veleni e liti in Tribunale

Il presidente di Como si dimette

Matteo Fois lascia e garantisce: «Risolti i problemi finanziari creati da altri»

Ma a carico di Como restano pignoramenti per 600mila euro da 4 comitati

Cause, veleni, pignoramenti, accuse. Il mondo del soccorso comasco è scosso dalla guerra a colpi di ricorsi e carte bollate intestino alla Croce Rossa. Una guerra che ieri ha visto l’uscita di scena - polemica - di uno dei protagonisti (suo malgrado, dice lui): Matteo Fois si è dimesso da presidente del Comitato di Como della Cri. Sullo sfondo delle dimissioni una feroce polemica sulla gestione dei soldi pubblici girati da Areu alla Croce Rossa per i servizi di soccorso sanitario e che Como non avrebbe girato agli altri comitati locali lariani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA