Eupilio, il campione ricoverato  «È un inferno, restate in casa»
Cristian Binda nel letto dell’ospedale (Foto by Stefano Bartesaghi)

Eupilio, il campione ricoverato

«È un inferno, restate in casa»

La testimonianza di Cristian “mano di pietra” Binda in via di guarigione

Ha tirato un pugno dei suoi anche al coronavirus sconfiggendolo, Cristian “mano di pietra” Binda, 42 anni, campione di arti marziali miste.

In mezzo a tanta negatività la sua ora è una storia positiva, di lotta e di vittoria, come deve essere per un atleta. Dopo dieci giorni ieri la ripresa sancita da un lungo video in cui invita a rimanere a casa perché non bisogna prendere il virus sottogamba. Un calvario quello di Cristian; prima i problemi a casa poi la corsa al pronto soccorso e infine la degenza a Como e a Lanzo d’Intelvi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA