Giro d’Italia, la proposta dopo la beffa  «Una tappa con finale a Plesio»
Il sindaco di Argegno, Anna Dotti, fa il pollice verso al passaggio dei corridori del Giro in pullman. In questo caso è il pullman del team di Vincenzo Nibali

Giro d’Italia, la proposta dopo la beffa

«Una tappa con finale a Plesio»

Spaggiari, sindaco di Menaggio, lancia la volata: «L’arrivo a Sant’Amate»

«Per compensare la figuraccia di venerdì 23 ottobre, con i corridori del Giro d’Italia che hanno attraversato i nostri Comuni in pullman, c’è una sola opzione: prevedere un arrivo di tappa sul lago, anzi in un punto particolarmente suggestivo sopra il lago: la zona è quella della chiesetta di Sant’Amate (nel Comune di Plesio), con un arrivo dopo 14 chilometri di salita, 1400 metri di dislivello e una pendenza media del 10%. Sognare non costa nulla». Da buon calciatore, prim’ancora che da sindaco, Michele Spaggiari gioca d’anticipo, chiedendo a Rcs Sport di non cancellare con un colpo di spugna «la figuraccia rimediata venerdì dalla carovana del Giro d’Italia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA