Il Casinò non c’è più  da 2 anni: restano  debiti e problemi

Il Casinò non c’è più

da 2 anni: restano

debiti e problemi

Campione d’Italia: triste anniversario per l’enclave italiana: nel luglio del 2018 il fallimento della casa da gioco. Il commissario prefettizio: «Non riusciamo a fare un bilancio»

Questo non è un lunedì come tutti gli altri. Sono passati esattamente due anni dalla chiusura per fallimento del Casinò di Campione d’Italia. E quella che era la ricca e privilegiata enclave italiana in Svizzera è ora un Comune pieno di debiti e con tanti servizi essenziali a rischio. Dopo aver perso circa 500 posti di lavoro alla casa da gioco, aver messo alla porta una 90 di dipendenti dell’affollatissimo municipio, all’avamposto comasco non resta molto in termini occupazionali ed economici, pur con i netti benefici fiscali riconosciuti dal governo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA