Tre milioni in auto di lusso e conti esteri  Ma i soldi dovevano salvare posti di lavoro
La protesta in piazza San Fedele dei lavoratori ex Embraco (Foto by butti)

Tre milioni in auto di lusso e conti esteri

Ma i soldi dovevano salvare posti di lavoro

Scandalo Whirlpool: quattro comaschi accusati di bancarotta fraudolenta Dovevano salvare l’azienda di oltre 400 dipendenti, si sarebbero auto-pagati consulenze d’oro

Quei 12,6 milioni di euro versati, tra luglio 2018 e dicembre 2019, su un conto corrente della filiale del Crèdit Agricol di Tavernerio dovevano servire per salvare gli oltre 400 posti di lavoro della ex Embraco (azienda che lavorava prevalentemente per il gruppo Whirlpool). Invece sono scomparsi nel nulla e una parte di quel denaro, 3 milioni secondo la Procura di Torino, sarebbe finita su conti correnti esteri o utilizzata per l’acquisto d auto di lusso e per il pagamento di consulenze d’oro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA