QUELLA “BOMBA”  CHIAMATA PETROLIO

QUELLA “BOMBA”

CHIAMATA PETROLIO

L’instabilità geopolitica è dietro l’angolo. Almeno questo attesta lo studio del prezzo del petrolio negli ultimi decenni. Quando le oscillazioni del valore dell’“oro nero” iniziano a salire sulle montagne russe si registrano spesso eventi epocali, guerre o crisi drammatiche.

Il crollo dell’Urss nel 1991, ad esempio, avvenne a conclusione di un lungo periodo in cui le quotazioni del petrolio sprofondarono, privando il bilancio sovietico di entrate vitali. Se si legge il libro “Morte di un impero” di Egor Gajdar, l’economista “mente” della politica shock post comunista, si comprende la gravità del momento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA