Cantù piange la scomparsa di Stankovic  Fu il coach del primo storico scudetto
Boris Stankovic, nel 2011, abbraccia Tonino Frigerio, il compianto playmaker dell’Oransoda Cantù scudettata nella satgione 1967-68

Cantù piange la scomparsa di Stankovic

Fu il coach del primo storico scudetto

L’allenatore serbo si è spento all’alba di ieri a Belgrado all’età di 94 anni, Il titolo tricolore conquistato del 1968. Recalcati, suo giocatore: «La svolta della mia carriera»

Il prossimo luglio avrebbe festeggiato le 95 primavere, ma la sua corsa si è arrestata all’alba di ieri nella “sua” Belgrado dopo che a sgambettarlo era stata una lunga malattia. Boris Stankovic ci ha lasciato quasi 52 anni dopo aver contribuito da capo allenatore alla conquista del primo storico scudetto da parte della Pallacanestro Cantù. Targata Oransoda.

Rese il club più “europeo”

In Serbia nel 1966 era andato a incontrarlo (dopo un lunghissimo viaggio in auto condiviso con Giorgio Primi), per convincerlo ad accettare l’incarico, l’allora general manager del club brianzolo, Gianni Corsolini. Era stato lui a sottoporre nome e figura al patron Aldo Allievi. Stankovic - docente di veterinaria a Belgrado e direttore del macello comunale - , aveva vinto tre titoli nazionali (1958, 1960, 1964) da allenatore con l’Okk Belgrado dopo averne conquistati altrettanti di fila (1946, 1947, 1948) in precedenza da giocatore della Stella Rossa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA