Salta anche l’Alessandria   Il futuro è un rebus
Como-Alessandria dell’andata: la partita di mercoledì è stata rinviata

Salta anche l’Alessandria

Il futuro è un rebus

Calcio: la partita di Lega Pro era in programma mercoledì in diretta Rai

Saltata Giana-Como per l’allarme legato al coronavirus, la Lega ha disposto anche il rinvio di Como-Alessandria, che era programmata per mercoledì alle 18.30, in diretta tv su Rai Sport. Una decisione adottata ieri mattina, in piena autonomia, dalla Lega: «La Lega Pro, con lo scopo di rendere meno gravosa per le istituzioni ed autorità locali l’attività organizzativa in un periodo estremamente delicato – ha spiegato il presidente Francesco Ghirelli - e per consentire alle nostre società la corretta gestione del prossimo turno di campionato, in programma mercoledì 26 febbraio, nelle regioni di Lombardia e Veneto, ha disposto il rinvio delle gare Albinoleffe-Monza, Como-Alessandria, Pergolettese-Carrarese, Pro Patria-Olbia e Vicenza-Piacenza». Ma è legittimo attendersi anche un’estensione alle partite che si dovranno disputare questa settimana sui campi del Piemonte, nello specifico Gozzano-Renate di mercoledì e Novara-Giana di giovedì.

La settimana del Como, senza la partita di mercoledì, cambia programmazione e torna quindi “normale”. Oggi i giocatori, dopo l’allenamento non previsto di ieri a Erba, godranno di una giornata di riposo. La ripresa sarà domattina, mercoledì doppio allenamento alle 10.30 e alle 15.30, giovedì seduta al pomeriggio, venerdì e sabato allenamento e rifinitura al mattino. Ovviamente, per il momento, non c’è alcuna certezza su cosa succederà domenica prossima, quando è in programma alle 15 la trasferta a Pontedera. Nessuna ipotesi, evidentemente, anche per quanto riguarda le date dei recuperi – da qui alla fine del campionato c’è un turno infrasettimanale il 25 marzo, oltre a un turno programmato sabato 11 prima di Pasqua -, non è da escludere l’idea, che già si sta facendo strada per i campionati di serie A e B, di disputare delle partite a porte chiuse. Ma, considerata la situazione di emergenza, siamo davvero nel campo delle ipotesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA