«Il virus favorisce
la criminalità
Attenti agli usurai»

Nicola piacente, p rocuratore capo di Como «Molte imprese rischiano di ricorrere a canali di credito illegali»

«Il virus favorisce la criminalità Attenti agli usurai»
Il capo della Procura della Repubblica di Como, Nicola Piacente

Le crisi economiche sono l’humus preferito dalla criminalità. Per questo motivo la Procura di Como, guidata da Nicola Piacente, guarda con preoccupazione alle dinamiche che si svilupperanno quando ci sarà un ritorno alla normalità. Quando l’emergenza coronavirus sarà finita, o quantomeno attenuata, il timore è di dover fronteggiare un altro tipo di virus, ben noto alla realtà italiana e comasca: quello delle mafie e dei clan.

«

Noi abbiamo 42500 imprese attive nel circondario di Como - dice - con una preponderanza del settore manifatturiero e turistico, oltre che delle imprese di costruzioni e immobiliari. Molti di questi settori risentiranno particolarmente della crisi. E, quando sarà il momento di ripartire, rischiano di trovarsi in crisi di liquidità. La

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}