Lomazzo, salvato dal defibrillatore: è la seconda volta

Malore in viale Somaini mentre era a passeggio con un cane, soccorso da un carabiniere in borghese. Era stato colpito da infarto il 10 aprile scorso, nello stesso punto: in quel caso era stata la moglie a rianimarlo

Lomazzo, salvato dal defibrillatore: è la seconda volta
Antonio Pezone con la moglie Brunella Montanari

Ha rivissuto lo stesso incubo per due volte, in poco tempo, e in entrambe le occasioni si è salvato grazie al corretto utilizzo di uno dei defibrillatori posizionati in città dal Comune, rivelatisi ancora una volta un prezioso strumento sanitario salvavita. Da una prima ricostruzione di quanto accaduto, Antonio Pezone , 47 anni, mentre stava passeggiando con il suo cane, si è d’un tratto accasciato a terra causa di un arresto cardiaco.

I soccorsi

L’uomo è stato rianimato da un carabiniere del nucleo radiomobile di Como che era in quel momento in borghese e fuori servizio. Dopo essersi accorto del malore il militare ha iniziato a rianimare il lomazzese manualmente, nel frattempo un altro passante, che aveva chiamato il 118, gli mostrato il punto più vicino con disponibilità di un defibrillatore, in viale Somaini, e poi gli ha indicato come utilizzarlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}