Violentate e costrette a prostituirsi
Giro di lucciole Como-Lugano: 3 in cella

Spaccio di cocaina e sfruttamento della prostituzione: blitz dei carabinieri - Uomo e donna in carcere in Svizzera. E nelle intercettazioni la prova di botte e abusi

Violentate e costrette a prostituirsi Giro di lucciole Como-Lugano: 3 in cella
Carabinieri e agenti della polizia cantonale hanno lavorato assieme

«Le dicevo “sei una schiava”. E poi la picchiavo e la violentavo in tutti i modi... piangeva di brutto». Per chi si raccontasse che il sesso a pagamento nei night di Lugano non è come quello da marciapiede, le intercettazioni dei carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Como sono un bagno di realtà drammatico e crudele. Uno spaccato di ciò che si nasconde veramente nel mondo della prostituzione e del suo sfruttamento.

I detective dell’Arma hanno eseguito tre custodie in carcere a carico di altrettante persone. Due di queste nei confronti di un comasco e di una rumena già in cella a Lugano. La terza a carico di un altro rumeno, residente a Fino Mornasco, accusato tra l’altro di violenza sessuale aggravata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}