Variante Tremezzina
120 tonnellate di roccia
da mettere in sicurezza

La porzione di versante instabile si trova appena sopra gli imbocchi delle gallerie di Colonno. L’Anas pensa a un “pilastrone” per ancorarla alla parete

Variante Tremezzina 120 tonnellate di roccia da mettere in sicurezza
L’intervento sulla parente che incombe sul cantiere di Colonno

Per “mitigare il rischio di dissesto nell’area circoscritta” che ha portato al rinvio dell’apertura della Regina inizialmente programmata per il 29 marzo e posticipata al 5 aprile, l’ipotesi emersa nelle ultime ore sarebbe quella di ancorare la base dell’area a rischio con uno sperone di calcestruzzo, ovvero un “pilastrone” - per dirla con un termine facilmente comprensibile - capace di sostenere l’area a rischio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}