È un agosto senza tuffi a Olgiate  Chiude anche la piscina coperta
La vasca della piscina coperta: verranno svolte le manutenzioni

È un agosto senza tuffi a Olgiate

Chiude anche la piscina coperta

Da domani fino al 23 si svolgeranno lavori di manutenzione straordinaria al chiuso. Mentre la vasca all’aperto non era mai rientrata in funzione visti i limiti anticontagio

«La criticità maggiore è data dallo spazio acqua diviso per la fruizione delle singole persone che, in base alle nuove norme, avrebbe ristretto la possibilità di entrare nella vasca scoperta (10 metri per 4,5) a 14 persone – spiega Marco Del Bianco , dirigente di riferimento della piscina di Olgiate – Questo avrebbe significato dover dire alle persone di entrare e rimanere in vasca non più di 10-15 minuti».

C’è anche un problema di zone di accesso. «La pedana che contorna la vasca scoperta è uno spazio di accesso ridotto – precisa Del Bianco – In più, in base alle nuove norme, non si può sostare nelle pedane. Ci viene richiesto di verificare il rispetto di una serie di parametri (quante persone stanno contemporaneamente in acqua e quante nell’impianto, il distanziamento, l’uso della mascherina quando si muovono); in più, nella piscina all’aperto, avremmo dovuto anche controllare se le pedane fossero vuote e soprattutto il turnover».

Sindaco amareggiato. «Al netto delle difficoltà economiche e di gestione, non è ragionevole non aprire la piscina scoperta proprio nell’anno in cui parecchi non andranno in vacanza, o si limiteranno a pochi giorni - dice Simone Moretti -. Piuttosto si poteva non aprile quella coperta e concentrare le forze su quella esterna. Tutte le piscine e i lidi che hanno aperto sono molto frequentati. L’anno scorso abbiamo dovuto fare una forzatura per aprirla e quest’anno Olgiate si distingue in negativo per la scelta di tenerla chiusa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA