Venerdì 18 Giugno 2010

Vuvuzela, molestia dell'estate
Ecco i trucchi per bloccarle

Incubo-vuvuzedla, le micidiali trombette che fanno da sfondo a Mondiali.
E mentre sul web si trovano i trucchi per renderle meno moleste e lo "strumento" si annuncia come il must dell'estate sulle spiagge e nelle città accandaldate (con tutti i guai di convivenza che comporteranno), le vuvuzelas spopolano anche nella loro versione virtuale.
L'applicazione che riproduce fedelmente il suono delle trombette ronzanti (Vuvuzela 2010) è in testa alla classifica dei software più scaricati, superando perfino il calendario delle partite del Mondiale. E c'è anche la possibilità di personalizzare la prfopria trombetta con i colori della propria nazionale.
I realizzatori del software di origine olandese però avvertono: "L'uso del Vuvuzela 2010 può portare alla dipendenza (oppure può essere contagioso)".
Di applicazioni che simulano il suono delle trombette sudafricane sull'app store ce ne sono ben 17.
Per far fronte al fastidio si cercano soluzioni ovunque. La Bbc ha provato a correre ai ripari, ed è pronta ad abbassare il volume, dopo la pioggia di proteste degli utenti: per eliminare il disturbo ha creato una squadra di tecnici apposita.
Sui blog c'è chi propone di filtrare con un software le frequenze che compongono il "suono del corno". Su alcuni post ci si spinge oltre e si suggerisce di riprocessare l'audio attraverso un computer e bloccare la banda dei 233, 466, 932 1864 Hz. Stesso suggerimento per chi ha un televisore con equalizzatore o per chi ha un sistema "home theatre".

u.montin

© riproduzione riservata