Domenica 25 Luglio 2010

In Svezia scoperto
il "fallo" preistorico

ROMA - Alcuni ricercatori hanno trovato in uno dei siti archeologi più importanti della Svezia un oggetto quantomeno insolito. Si tratta di un "fallo" lungo circa 12 centimetri e largo due, realizzato con l'osso di un corno animale.
I più maliziosi parlano già di un "giocattolo sessuale preistorico", ma gli archeologi frenano gli entusiasmi. Sta di fatto che il reperto di forma fallica risale a oltre 6mila anni fa ed è stato ritrovato tra strati di argilla del fondo di un fiume. Nello stesso sito sono stati già ritrovati altri utensili, di età compresa tra 4mila e 6mila anni.
Gsran Gruber, storico del National Heritage Board, spiega che è altresì possibile che fosse adoperato come scalpello. Alcuni esperti riconoscono nella forma del reperto uno strumento per macinare o per sminuzzare erbe, spezie o altri medicamenti. Altri specialisti ancora credono che la forma fallica dell'oggetto rappresenti un simbolo di fertilità femminile. Quest'ultima pare essere la tesi più accreditata, in quanto erano piuttosto comuni nell'antichità oggetti di questa forma utilizzati per favorire la prosperità.
La notizia è stata diffusa da un blog svedese, il quale citava la scoperta del primo vibratore della storia. Tuttavia, non è la prima volta che gli archeologi rinvengono oggetti di forma simile. Il più antico possiede addirittura 28mila anni ed è stato trovato nel 2005 in Germania, nella caverna di Hohle Fels. Era stato realizzato in pietra, con una lunghezza di 20 cm e un diametro di 3 cm.

s.golfari

© riproduzione riservata

Tags