Lunedì 26 Luglio 2010

Catamarano di plastica ce la fa:
15 mila km senza inquinare

SIDNEY -  Basta con i mari sporchi,con l'inquinamento marino. Salvare e difendere la natura si può poggiandosi proprio su uno dei nemici principali dell'ambiente: la plastica.
Alla fine David de Rothschild, a bordo del "Plastiki", un catamarano di 18 metri costruito interamente con bottiglie di plastica riciclate, è riuscito a dimostrare che questa battaglia paga approdando a Sidney dopo un viaggiop di 15 mila chilometri.
L'erede della celebre famiglia di banchieri, ambientalista convinto, autoproclamatosi "eco-warrior", era salpato quattro mesi fa dal porto di San Francisco per un lungo viaggio tra gli oceani per sensibilizzare l'opinione pubblica sull'inquinamento dei mari.
Il suo atto d'accusa era puntato sul "Garbage Patch", un'immensa massa di spazzatura catturata da una corrente circolare in mezzo al Pacifico, sulle cui esatte dimensioni si discute: alcuni sostengono sia grande come la Gran Bretagna, altri sono convinti che negli ultimi dieci anni sia raddoppiata.
Per denunciare la situazione e per dimostrare che una via d'uscita esiste, de Rothschild ha  usato un catamarano del tutto eco-sostenibile, realizzato con 12.500 bottiglie di plastica riciclate assemblate con colla organica, a base di mordente di noce di acajou e di zucchero di canna. L'imbarcazione utilizza energia rinnovabile, proveniente dal sole, dal vento e dalle turbine marine e da un generatore alimentato da cyclette.
Una curiosità "ambientale": l'equipaggio per dissetarsi ha utilizzato la propria urina depurata.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags