Mercoledì 02 Febbraio 2011

Proposta choc in South Dakota
«Tutti si comprino un'arma»

NEW YORK Ha il sapore della provocazione il disegno di legge avanzato da cinque legislatori del South Dakota: l'obbligo, per tutti i maggiori di 21 anni residenti nello Stato, di acquistare un'arma da fuoco. I legislatori sono ben consci che la proposta non diverrà mai legge. Il loro obiettivo è un altro: fare un paragone con la riforma sanitaria di Barack Obama, che obbliga tutti i cittadini a munirsi di assicurazione sanitaria.
Come evidenzia il quotidiano «Sioux Falls Argus Leader», la bizzarra proposta, che non avrà alcuna possibilità di essere ratificata, è stata giustificata dal fatto che ognuno deve poter difendere se stesso e gli altri. I residenti ipoteticamente avranno sei mesi di tempo per conformarsi ai dettami della legge.
E' esentato solo chi, per legge, non ha diritto a possedere armi.
Lo spunto ai legislatori del South Dakota è arrivato anche dalle dichiarazioni di Ken Cuccinelli, procuratore generale della Virginia, rilasciate a dicembre alla CbsNews.com: «Mai nella storia degli Stati Uniti il governo ha ordinato ai suoi cittadini di comprare qualcosa. Pensate se invece di obbligare a dotarsi di un'assicurazione, ci costringerebbero a dotarci di armi da fuoco.
Immaginate la reazione del Paese?». In South Dakota hanno voluto provarla sulla propria pelle.

a.cavalcanti

© riproduzione riservata

Tags