Giovedì 24 Febbraio 2011

Ruby al gran ballo di Vienna
Imbarazza lo scandalo italiano

Una vergogna formato esportazione. E l'Italia rischia di fare l'ennesima brutta figura all'estero.
Tutto nasce a causa di Ruby Rubacuori è semplicemente troppo per gli austriaci che vanno al Ballo delle debuttanti di Vienna, che rischia di diventare il "Ballo delle puttananti".

L'avvenente 18enne marocchina, protagonista dello scandalocon  Silvio Berlusconi, è l'accompagnatrice di grido scelta quest'anno - come è tradizione - dal costruttore austriaco Richard Lugner. Gli organizzatori del Ballo provano vergogna e non sono così entusiasti della presenza di Karima El Mahroug, alias Ruby Rubacuori.

 "Sono un po' triste che rovini la nostra festa, ma non ci riuscirà", promette il direttore dell'Opera statale Dominique Meyer. Anche la coordinatrice del balletto e Grande Dame del Ballo, Desirée Treichl Stuergkh, ha preso le distanze dalla marocchina: "E' la cosa più imbarazzante mai fatta dal signor Lugner. E' triste, umiliante e irrispettoso", ha commentato. La direzione valuta inoltre di togliere il loggione preso in affitto dal veterano playboy per il ballo.

In ogni caso sono partite le contromisure, almeno per evitare la ricaduta mediatica della scandalosa ragazzina. Infatti è stata messa a punto  una strategia ben chiara per evitare che Ruby attiri su di sè tutta l'attenzione. Il direttore dei programmi di Orf, il canale di Stato austriaco che ogni anno trasmette la diretta dell'evento, Wolfgang Lorenz, ha avvertito per email tutti i dipendenti di non trasformare il Ballo delle debuttanti in "Ballo delle puttananti" (Nuttenball). La giovane donna va trattata inevitabilmente in modo marginale e non va intervistata, ha chiesto Lorenz, secondo quanto riporta il quotidiano austriaco Die Presse.

L'uomo famoso in Austria per i suoi centri commerciali (Lugner City, non capisce tanto clamore: "I visitatori e le visitatrici del ballo hanno sempre avuto qualcosa con qualcuno. Sono due pesi e due misure. Lei è una donna meravigliosa. E anche i papi avevano le loro amanti", ha replicato il re austriaco del cemento all'agenzia di stampa Apa.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags