Martedì 12 Luglio 2011

Joyce falsificò il passaporto:
nel 1915 non era sposato

LONDRA James Joyce, rivelano documenti di cui è venuto in possesso il «Telegraph», falsificò il suo passaporto nel 1915, anno in cui dovette lasciare l'Italia dopo l'entrata in guerra. Nel documento figura anche una fota di Nora Barnacle e la didascalia la presenta come «moglie» ma Joyce e Nora si sposarono effettivamente soltanto nel 1931. Ora il documento andrà all'asta a Londra in questa settimana e secondo gli esperti potrebbe fruttare anche 70.000 sterline (circa 90.000 euro).
Joyce ricevette il passaporto in questione nell'agosto del 1915 dal consolato britannico a Zurigo, città doveva aveva riparato dopo che l'entrata in guerra dell'italia lo costrinse a lasciare Trieste dove insegnava inglese da anni.

a.cavalcanti

© riproduzione riservata

Tags