Mercoledì 13 Luglio 2011

Harry Potter dice addio ai fans
Esce il film che chiude la saga

ROMA Harry Potter fa la sua ultima magia e dice addio ai fan: oggi arriva in Italia in mille copie la seconda parte di «Harry Potter e i doni della morte», il primo film della saga in 3D e l'ultimo della fortunatissima serie. La vera magia in realtà l'ha compiuta la scrittrice J. K. Rowling, che con le sue storie sul giovane Harry ha creato un fenomeno durato quattordici anni, con 7 libri che hanno venduto 450 milioni di copie e 8 film. Le prime sette pellicole hanno incassato circa 6 miliardi e mezzo di dollari e un successo sarà sicuramente anche l'ultima, diretta come i tre film precedenti dal regista David Yates.
Nell'ultima pellicola la scuola di magia Hogwarts diventa il teatro dell'ultima battaglia fra il Bene e il Male. In quel castello, dove i protagonisti Daniel Radcliffe, interprete di Harry, Emma Watson-Hermione e Rupert Grint-Ron entrarono bambini quando fu girato il primo film nel 2001, Harry Potter deve decidere se sacrificarsi per salvare i compagni e arrendersi al suo avversario Lord Voldemort. Un vortice di scontri, incantesimi, macerie, rivelazioni, morti e rinascite porterà al finale, in cui il maghetto trionfa sul suo avversario, e al suo definitivo passaggio all'età adulta.
Il film girato con ritmo serrato e realizzato con un montaggio veloce, è anche un trionfo di sentimenti, perché, come ha spiegato il regista David Yates, «seguendo i personaggi, tutti i valori che J.K. Rowling celebra nei libri emergono con chiarezza nei film: l'importanza della lealtà, dell'amore, dell'amicizia e il sapersi schierarsi contro l'intolleranza e il male». È questa forse la chiave del successo di tutta la saga, al di là delle magie.

a.cavalcanti

© riproduzione riservata

Tags