Domenica 25 Settembre 2011

La "crociata" della Cuccarini
"Altro che letto, conta il talento"

MILANO - "Io non giudico nessuno, perché penso
che ognuno nel privato possa fare ciò che vuole. Però è vero,
quando ho iniziato io, emergeva soprattutto il talento. Oggi
invece, come sentiamo dalla cronaca, prevale la mercificazione": così Lorella Cuccarini commenta sul settimanale "Gente" la bufera
scatenata nel mondo dello spettacolo dall'inchiesta legata a
Gianpiero Tarantini e al giro di escort.

La showgirl sottolinea poi come non tutto il mondo dello
spettacolo sia marcio e che qualche episodio di raccomandazione
ci sia sempre stato: "Anche in passato c'era chi per raggiungere
la fama prendeva "scorciatoie", però il fenomeno era limitato"spiega la Cuccarini.

"Ma non bisogna generalizzare - conclude la showgirl con una nota d'ottimismo -. Queste cose son sempre successe, così come oggi ci sono ragazze con la stoffa e le capacità per emergere. E alla lunga il talento paga".

p.batte

© riproduzione riservata

Tags