Giovedì 30 Agosto 2012

La Stefanenko: «Mio marito?
Voleva solo portarmi a letto»

MILANO «Due anni fa mi sono battezzata a Mosca, ora sono pronta: l'8 luglio del 2013, vent'anni esatti dal giorno in cui ci siamo conosciuti, mi sposerò in chiesa con mio marito Luca Sabbioni». Lo rivela al settimanale "Oggi" Natasha Stefanenko, che torna sulla Rai con "Per tutta la vita" (dal 19 settembre), la trasmissione che la lanciò nel 1997.
Nell'intervista, Natasha racconta qual è il segreto della sua felicità (e longevità) coniugale: «Ho capito che l'amore è un lavoro, non un elettrodomestico: se si rompe, va riparato, non buttato via. Purtroppo è più facile girare i tacchi che avere la pazienza di aggiustare un rapporto». Poi svela com'è cominciata la loro lunga storia d'amore: «Voi giornalisti ci descrivete come la coppia più romantica del mondo, ma la nostra storia è nata da una scommessa: Luca mi vide sfilare e disse a un suo amico: "ti giochi una pizza che me la porto a letto in 48 ore?" Naturalmente, perse la scommessa». E racconta che l'unica vera crisi matrimoniale c'è stata quando è nata la figlia Sasha, nel 2000: «Io ero fuori di testa: avevo gli ormoni che scoppiettavano, non ne volevo sapere del sesso, non m'importava nessuno fuorchè della piccola».

a.cavalcanti

© riproduzione riservata

Tags