Lunedì 24 Giugno 2013

Eva Grimaldi e l’alcolismo

«Così mi hanno salvato»

A un passo dal baratro, un po’ alla volta, ma salvata dall’amicizia e da chi l’aveva amata.

E’ la storia Eva Grimaldi ha raccontato a DiPiù: “Bevevo troppo. Prima, qualche bicchiere; poi, la sera a cena, senza accorgermene mi consolavo con una bottiglia intera di vino”.

Dopo la fine del matrimonio con Fabrizio Ambroso, la Grimaldi racconta come era sempre alla “ricerca di stordirmi, di non pensare – ha detto al settimanale -. E, piano piano, ho iniziato ad aggiungere superalcolici, whisky soprattutto”.

Fra chi l’ha aiutata gli amici di sempre, compreso il suo ex Gabriel Garko: “Per fortuna, ho tanti amici che mi hanno aiutato, tra cui Gabriel Garko con il quale sono rimasta in ottimi rapporti dopo la fine del nostro amore”.

Garko le è rimasto molto vicino: “sapesse le volte che ho pianto sulla sua spalla … Quante volte Gabriel mi ha rincuorato spronandomi a reagire; a smettere con le mie debolezze. Ho dovuto trovare la forza dentro di me per non bere più in maniera smodata. E poi mi ha salvato mia madre, che un giorno, vedendomi piangere a dirotto, mi ha mostrato la foto di un bambino africano urlandomi: “Che ti piangi? Smettila, non ne hai motivo! Lui non ha da mangiare, lui è quello che soffre e avrebbe tutte le ragioni per piangere”.

© riproduzione riservata